Desideriamo ricordare Graziella Pagani con immenso affetto e riconoscenza. La sua passione e curiosità per la grafologia la porta a laurearsi in Filosofia presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bologna con una Tesi che unisce l’arte alla grafologia. Ne diverrà col tempo un libro che sarà pubblicato nel 2004 dal titolo Mirò, Picasso, Kandinskij dall’arte alla grafologia edito da Hermatema. Socia fondatrice nel 1992 dell’Associazione Grafologica per l’Arte e la Scienza (AGAS) di Bologna­, divenendo da subito membro del Consiglio di Redazione della rivista “Graphos”, scrivendo numerosi articoli. Valente insegnante di Grafologia teoretica e Storia della grafologia presso la Scuola Superiore di Grafologia (AGAS), diventandone un pilastro fino al 2004.

È stata socia A.G.P. dal 1996 come consulente grafologa dell’età evolutiva e peritale-giudiziaria. La sua sete di ricerca la porta a fare da relatrice a numerosi Convegni e a pubblicare diversi articoli anche per la collana Percorsi grafologici, Edizione il Rosone, per la scuola Superiore di Grafologia “Moretti” di Foggia. Anche lei ha avuto la fortuna di essere allieva della indimenticabile sig.ra Giuseppina Soldati Camosci, allieva diretta di G. Moretti. Gli scritti di Graziella rimarranno come testimonianza del suo vasto sapere e della sua sete di ricerca per tutti coloro che indagano le scienze umane.